Convegno cooperativo IGT 2016

Lucerna, dal 14 al 16-09-2016
Il convegno cooperativo internazionale IGT 2016 si è tenuto a Lucerna nel settembre 2016. Per tre giorni, circa 1000 rappresentanti dell’economia, della politica e di società cooperative hanno seguito i circa 60 dibattiti con 170 relatrici e relatori sulle questioni attuali relative all’identità e alla crescita dell’impresa cooperativa.

Le cooperative garantiscono un’economia sostenibile e creano posti di lavoro intelligenti. Il futuro è delle cooperative. Questo è il sunto del convegno internazionale di scienza cooperativa (IGT) tenutosi dal 14 al 16 settembre 2016 a Lucerna.

Gli oltre 1000 partecipanti dell’IGT di Lucerna – tra cui circa 100 scienziati di 21 Paesi – si sono occupati per tre giorni delle questioni relative al cooperativismo. Il consigliere federale Ueli Maurer, nel suo discorso di apertura, si è dimostrato essere un sostenitore dell’idea della cooperativa. «È un modello perfetto per l’economia e lo stato», ha affermato. «La nostra società avrà un futuro se i valori fondativi liberali della cooperativa verranno vissuti concretamente e se risolveremo assieme e personalmente i nostri problemi.»

Anche il professor dr. Franco Taisch, ordinario di diritto economico all’Università di Lucerna, è sicuro «che le cooperative siano un’alternativa sostenibile alla massimizzazione unilaterale del profitto a beneficio di un unico gruppo d’interesse costituito dai soci investitori. Con la sua struttura democratica, il divieto della massimizzazione unilaterale dei dividenti e quale motore di innovazione con un ancoraggio locale, la cooperativa offre dei potenziali per vincere le sfide attuali e risolvere i problemi del momento. La società partecipativa ha tutto per svilupparsi.»

Werner Beyer, presidente del Gruppo d’Interesse Imprese Cooperative (GIIC), è un sostenitore impegnato di cooperative più forti. «Nel 2010, cinque grandi aziende organizzate quali cooperative hanno fondato il GI Imprese Cooperative. Un obiettivo importante è quello di affermare ancora più fortemente il modello e i tratti distintivi della cooperativa nelle attività imprenditoriali delle persone attive nel nostro Paese.»

Il pensiero cooperativo continua a essere fortemente ancorato nella popolazione svizzera. Alla luce di un sondaggio rappresentativo, il 91 per cento della popolazione associa dei pensieri positivi al concetto di «cooperativa». Tuttavia, nel corso della conferenza è emerso che la percezione pubblica delle cooperative continua a essere molto meno significativa rispetto al loro vero significato economico e sociale a livello mondiale. E ciò, nonostante il fatto che oltre 800 milioni di persone in oltre cento Paesi siano soci di cooperative e le cooperative siano presenti in quasi tutte le sfere fondamentali dell’esistenza.

Torna alla panoramica